Grignotage

... The most interesting thing about this technique is the aesthetic: I'm completely taken by the expressive potential that I can express. The ability to manually manipulate the picture and to change the density as I liked gave me the impression of dominating the final effect and making a photo unrepeatable. This is perhaps the most interesting aspect: it directly intervenes on the printed picture and therefore, given the variations of the work that are remarkable, it is impossible to be able to realize two perfectly identical works.
To begin this process you have to make a basic consideration. The grignotage allows you to remove from the photograph already printed the black parts to the support of the photo. The blacks of the image already made must be deep and intense ... It is important to "design" the image and to have a projection of the final work ...


...Ciò che maggiormente m'interessa di questa tecnica è il lato estetico: sono completamente preso dalle potenziali­tà espressive che posso esprimere. La possibilità di intervenire manualmen­te sulla foto e modificare le densità a mio piacimento mi dava l'impressione di dominare l’effetto finale e realizza­re una fotografia irripetibile. È questo forse l’aspetto più interessante: si inter­viene direttamente sulla foto stampata e pertanto, visto le varianti del lavoro che sono notevoli, è impossibile riuscire a realizzare due opere perfettamente uguali.

Per iniziare questo processo bisogna fare una considerazione di base. Il grignotage permette di asportare da una fotografia già stampata le parti annerite sino al supporto del carton­cino fotografico. I neri dell'immagine già realizzata devono essere profondi ed intensi...È importante “progettare" l'immagine ed avere una proiezione del lavoro fi­nale...

Atilio Scimone "Gente di Fotografia n. 44"